Home Page » Vivere la Città » Notizie dal Comune » AGEVOLAZIONI TARI
Notizie dal Comune

AGEVOLAZIONI TARI

logo
gio 01 ott, 2020

Durante il Consiglio Comunale, svoltosi nella giornata di ieri 30-09-2020, è stata approvata all’unanimità la delibera di Giunta che prevede la concessione di un contributo significativo per alcune categorie artigianali, commerciali e ditte individuali al fine di sostenerle in questo momento di difficile ripresa e anche per compensare in parte i danni conseguenti alle chiusure obbligate dai vari DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) che nel pieno della crisi sanitaria disciplinavano l'operatività delle categorie produttive.
Complessivamente l'Amministrazione erogherà un contributo pari a circa 165 mila euro per le categorie non domestiche, pari al 100% della parte variabile e 50% della parte fissa della TARI ossia circa il 75% complessivo della tassa per tutte le attività non domestiche ricomprese nelle categorie identificate dalla delibera e con un numero di dipendenti non superiore a 49.
 
Per le seguenti categorie il contributo è riconosciuto d'ufficio, ossia in automatico da parte del Comune che comunicherà al contribuente con un nuovo bollettino l'importo da pagare a saldo:
A15 Negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato
A17 Attività artigianali tipo botteghe: parrucchiere, barbiere, estetista
A18 Attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista
A19 Carrozzeria, autofficina, elettrauto
A22 Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub
A24 Bar, caffè, pasticceria
A27 Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio
 
Per le categorie A16 - Banchi di mercato beni durevoli e A29 - Banchi di mercato generi alimentari il contributo è riconosciuto sempre d'ufficio ed è pari al 50% della tassa.
 
Alcune categorie non domestiche contengono invece attività che hanno potuto continuare a lavorare ed altre che invece sono state serrate d'imperio. Per gli appartenenti a tali categorie sarà necessario compilare il modulo in cui dovranno autocertificare l'impossibilità di esercitare l'attività a causa delle chiusure imposte dai DPCM per un periodo, ossia:
A01 Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto
A04 Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi
A11 Uffici, agenzie, studi professionali
A13 Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli
A20 Attività industriali con capannoni di produzione
A21 Attività artigianali di produzione di beni specifici
 
In fase di valutazione, anche sulla base dei possibili contributi in arrivo dallo Stato, un contributo o riduzione sull'imposta di occupazione del suolo pubblico (TOSAP) sempre per le categorie più colpite dalla crisi e dalle chiusure scatenate dalla pandemia.
 
A questo va aggiunto un contributo pari al 100% della parte variabile della TARI, ossia circa il 50% della tassa nel suo complesso, anche per i circa cento nuclei familiari che nei mesi di marzo ed aprile hanno chiesto il contributo di solidarietà alimentare della Protezione Civile nazionale ed in particolare condizione di disagio socioeconomico.
 
Per qualunque informazione aggiuntiva l'ufficio tributi è disponibile allo 0371 405050 o via mail scrivendo a tributi@comune.lodivecchio.lo.it

Il termine di scadenza per la presentazione delle autocertificazioni è previsto per il  31 OTTOBRE 2020
 

Allegato: modulo_tari.pdf (92 kb) File con estensione pdf

Notizie e Comunicati correlati

ven 23 ott, 2020
ven 09 ott, 2020
mer 23 set, 2020
lun 14 set, 2020