Home Page » Aree Tematiche » Edilizia privata
Aree Tematiche

Edilizia privata

Regione Lombardia ha approvato l'aggiornamento dei moduli edilizi unificati e standardizzati compilabili, in adeguamento alle disposizioni della normativa comunitaria, nazionale e regionale, e le relative descrizioni estese dei contenuti (decreto n. 2018 del 2020, pubblicato sul BURL n. 9, Serie Ordinaria, del 25 febbraio 2020).
I moduli compilabili sono i seguenti

  • Modulo Unico Titolare (per CILA, SCIA, SCIA alternativa al PdC, PdC)
  • Relazione Tecnica Asseverazione Unica
  • Comunicazione Inizio Lavori (CIL)
  • Comunicazione Fine Lavori (CFL)
  • Segnalazione Certificata Agibilità
  • Relazione Tecnica Asseverazione Agibilità

Per utilizzare i moduli occorrerà accedere dal sito della Regione Lombardia, alla piattaforma Procedimenti - sezione edilizia – Moduli unificati, oppure utilizzando il Link di seguito riportato:

https://www.procedimenti.servizirl.it

 

*************************************************************************************************************************

Comunicazione per lavori di manutenzione ordinaria

 

Documentazione da allegare alla richiesta di agibilità

Richiesta di autorizzazione edilizia

Richiesta di certificazione urbanistica

Richieste di volturazione pratica edilizia 

Esame dell'impatto paesistico dei progetti

Tabella oneri di urbanizzazione

Esame paesistico linee guida

Legislazione regionale Antisismica con modulistica

Regolamento edilizio

 

DIRITTI DI SEGRETERIA

Si comunica che l’attestazione del bollettino postale dell’avvenuto pagamento dei DIRITTI DI SEGRETERIA, deve essere inclusa tra i documenti a corredo delle pratiche edilizie, al momento della loro presentazione al protocollo comunale.

TABELLA DIRITTI DI SEGRETERIA

Richiesta di acceso agli atti per pratiche edilizie

Avviso ai progettisti

Si ricorda ai tecnici progettisti asseveranti, la necessità di porre la massima attenzione sulla completezza delle pratiche edilizie prima della loro presentazione al protocollo comunale.

In particolare si raccomanda di verificare che:

  •  la modulistica sia correttamente compilata;
  •  gli elaborati progettuali rappresentino pienamente le opere da realizzare;
  •  ci siano tutti gli allegati e documenti richiesti, compresa l'attestazione del versamento dei diritti di segreteria e, quando dovuto, anche quella del contributo di costruzione.

Si ricorda inoltre, che il progettista, in qualità di tecnico asseverante assume la funzione di persona esercente un servizio di pubblica necessità, ai sensi degli artt. 359 e 481 del Codice Penale, e come tale, in caso di false dichiarazioni, soggetto all'applicazione delle sanzioni penali previste dagli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 e dell'art. 19 comma 6 della Legge 241/1990.


UN'ASSEVERAZIONE NON VERITIERA COMPORTA LA SEGNALAZIONE ALL'ORDINE PROFESSIONALE DI APPARTENENZA E LA COMUNICAZIONE DI REATO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA.