Home Page » Aree Tematiche » Info- impianto gas
Aree Tematiche

Info- impianto gas

nota del 6 maggio 2019

nota del 9 aprile 2019

nota 10 gennaio 2019

nota 3 gennaio 2019

nota del 5 dicembre 2018

 

nota del 6 maggio 2019   Comunicato della Prefettura di Lodi

TAVOLO DI COORDINAMENTO ISTITUZIONALE IMPIANTO DI STOCCAGGIO GAS DI
CORNEGLIANO LAUDENSE
Si è svolta stamattina in Prefettura una riunione del Tavolo di coordinamento istituzionale-presieduto dal
Prefetto, dott. Marcello Cardona, per valutare l'attività di divulgazione relativa ai dati sulla microsismicità del
sottosuolo e degli eventuali, possibili scenari di rischio per l'attività di stoccaggio da parte della società ITAL
GAS STORAGE SPA.
All'incontro hanno partecipato un Consigliere della Provincia, i Sindaci dei Comuni di Lodi, Cornegliano
Laudense, Lodi Vecchio e Massalengo, i rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico-Ufficio
Nazionale Minerario per gli Idrocarburi e le Georisorse-UNMIG, il rappresentante dei Vigili del Fuoco, il
direttore di ARPA-Dipartimento di Lodi nonché il Presidente di ITAL GAS STORAGE.
Nel corso dell'incontro il Prefetto ha richiamato l'attenzione sull'importanza e sulla necessità di acquisire
tutti gli elementi tecnici utili per una corretta informazione alla popolazione locale, ai fini della sicurezza.
Il rappresentante di UNMIG ha evidenziato che è in essere un monitoraggio volontario da parte dell'azienda
che ha individuato nell'Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste l'organismo indipendente di
valutazione di tutti i dati delle rilevazioni, peraltro già avviate due anni prima dell'entrata in esercizio
dell'impianto, precisando che dai dati sinora acquisiti non sono stati registrati fenomeni di microsismicità
correlati all'attività dell'impianto stesso.
Il Prefetto convocherà nuovamente il tavolo di lavoro in ottobre per valutare, sulla base dei dati acquisiti nei
primi dieci mesi dell'esercizio dell'impianto, le modalità per una analisi e rappresentazione dei dati medesimi
finalizzata alla divulgazione dell'informazione alla popolazione, mediante una simulazione ad opera dello
stesso Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste.
L'ADDETTO STAMPA

 

 

nota del 9 aprile 2019

Impianto di stoccaggio di gas naturale di Cornegliano Laudense
aggiornamento del 9 aprile sulla attività istituzionale

in concomitanza con l'avvio dell'esercizio dell'impianto di stoccaggio di gas naturale i Comuni interferiti hanno richiesto alla Prefettura di Lodi, nell'ambito del tavolo istituzionale già precedentemente costituitosi sull'argomento, un confronto sugli aspetti di sicurezza e di eventuale emergenza afferenti le attività dell'impianto stesso.
Quanto sopra in relazione al ruolo e alle responsabilità dei Sindaci in ambito di Protezione Civile nei confronti dei rispettivi territori comunali e delle loro popolazioni.
La Prefettura ha quindi prontamente accolto tale richiesta, avviando nel contempo il percorso procedurale atto alla redazione del Piano di emergenza esterno in attuazione a quanto previsto dalla normativa Seveso relativamente all'esercizio dell'impianto di superficie dello stoccaggio, a fronte del parere tecnico conclusivo del CTR (Comitato Tecnico regionale).
Quindi i Comuni di Cornegliano Laudense, Borgo San Giovanni, Lodi Vecchio, Massalengo, Pieve Fissiraga e San Martino in Strada hanno voluto richiedere all'U.N.M.I.G. di Bologna, vista la sua competenza in materia mineraria, ulteriori precisazioni (oltre a quelle già precedentemente acquisite) anche in merito agli eventuali scenari di rischio afferenti alla parte di impianto nel sottosuolo, ovvero all'ex giacimento sotterraneo e alle interconnessioni dello stesso con le parti impiantistiche di superficie (pozzi, ecc.).
Si invita a collegarsi al sito del Comune di Cornegliano Laudense sul quale sono pubblicate sia l'istanza trasmessa dai Comuni a U.N.M.I.G. sia la relativa risposta, a fronte della quale gli stessi Comuni hanno già richiesto alla Prefettura la convocazione di un nuovo incontro del tavolo di lavoro istituzionale per definire e condividere ulteriori azioni in merito (in particolare sull'ultimo punto della risposta U.N.M.I.G., afferente un eventuale accordo con la società IGS e OGS per la gestione dei dati della rete microsismica realizzata per le attività dell'impianto.



gio 10 gen, 2019
IMPIANTO DI STOCCAGGIO GAS DI CORNEGLIANO LAUDENSE
AVVIATO L'ESERCIZIO
Si informa che con nota del 3 gennaio u.s. (che si allega) la Prefettura di Lodi ha comunicato che sono state avviate le attività dell'impianto di stoccaggio gas di Cornegliano Laudense in forza della conclusione dell'istruttoria del CTR e dell'autorizzazione all'esercizio rilasciata dal Ministero allo sviluppo economico.
Pur prendendo atto della comunicazione si confermano le posizioni assunte unitariamente dai Comuni interessati soprattutto in materia di sicurezza. Tali posizioni sono già state rappresentate sia in sede di riunione in Prefettura del 5 dicembre u.s. sia nel comunicato precedentemente pubblicato (disponibile qui), in particolare richiedendo che le attività di esercizio commerciale fossero messe in campo ad avvenuta informazione e comunicazione alle comunità interessate degli eventuali scenari di rischio e relative modalità comportamentali. Oltre a questo è stato chiesto di dare puntuale informazione ai Comuni e alla Provincia, per consentire loro di adeguare i piani di emergenza comunali e provinciale così come stabilito dalle vigenti normative in materia, nelle more delle procedure di redazione del piano di emergenza esterno PEE (Legge Seveso 3) a cura della Prefettura.
Per questo i Sindaci in pieno accordo tra loro, anche in ottemperanza del protocollo d'intesa sottoscritto tra la Provincia di Lodi e i Comuni interessati (compreso Lodi Vecchio), si riservano di rappresentare al Prefetto il disappunto per la mancata attuazione di quanto richiesto e per sollecitare gli organismi competenti a dare urgente riscontro alle richieste in materia di sicurezza.
Si suggerisce di consultare il sito istituzionale del Comune di Cornegliano Laudense per ulteriori informazioni.

Nota del 03/01/2019
IMPIANTO DI STOCCAGGIO GAS DI CORNEGLIANO LAUDENSE
AVVIATO L'ESERCIZIO

Si informa che con nota del 3 gennaio u.s. (che si allega) la Prefettura di Lodi ha comunicato che sono state avviate le attività dell'impianto di stoccaggio gas di Cornegliano Laudense in forza della conclusione dell'istruttoria del CTR e dell'autorizzazione all'esercizio rilasciata dal Ministero allo sviluppo economico.
Pur prendendo atto della comunicazione si confermano le posizioni assunte unitariamente dai Comuni interessati soprattutto in materia di sicurezza. Tali posizioni sono già state rappresentate sia in sede di riunione in Prefettura del 5 dicembre u.s. sia nel comunicato precedentemente pubblicato (disponibile qui), in particolare richiedendo che le attività di esercizio commerciale fossero messe in campo ad avvenuta informazione e comunicazione alle comunità interessate degli eventuali scenari di rischio e relative modalità comportamentali. Oltre a questo è stato chiesto di dare puntuale informazione ai Comuni e alla Provincia, per consentire loro di adeguare i piani di emergenza comunali e provinciale così come stabilito dalle vigenti normative in materia, nelle more delle procedure di redazione del piano di emergenza esterno PEE (Legge Seveso 3) a cura della Prefettura.
Per questo i Sindaci in pieno accordo tra loro, anche in ottemperanza del protocollo d'intesa sottoscritto tra la Provincia di Lodi e i Comuni interessati (compreso Lodi Vecchio), si riservano di rappresentare al Prefetto il disappunto per la mancata attuazione di quanto richiesto e per sollecitare gli organismi competenti a dare urgente riscontro alle richieste in materia di sicurezza.
Si suggerisce di consultare il sito istituzionale del Comune di Cornegliano Laudense per ulteriori informazioni.
Comunicato della Prefettura 3 /01/2019

 

 Nota del 5/12/ 2018

AUTORIZZATO L'ESERCIZIO PROVVISORIO
Si informa che mercoledì scorso 5 dicembre si è tenuta presso la Prefettura di Lodi una riunione convocata con urgenza durante la quale è stata data notizia che il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha rilasciato a Ital Gas Storage SpA l'autorizzazione per l'esercizio provvisorio dell'impianto di stoccaggio gas di Cornegliano nelle more dell'emanazione del parere tecnico conclusivo da parte del Comitato Tecnico Regionale.
Per quanto sopra, si allega il resoconto della riunione tenutasi in Prefettura dal quale si rileva anche la posizione assunta unitariamente dai Sindaci dei Comuni interessati dalla presenza del giacimento presenti in particolare relativamente alle tematiche in materia di sicurezza.
Si ricorda che la posizione assunta dai Comuni è sempre stata molto rigorosa in materia sicurezza, in particolare richiedendo che le attività di prova di esercizio e di successivo esercizio commerciale fossero messe in campo ad avvenuta informazione e comunicazione alle comunità interessate degli eventuali scenari di rischio e relative modalità comportamentali e puntuale informazione ai Comuni e alla Provincia, per consentire loro di adeguare i piani di emergenza comunali e provinciale così come stabilito dalle vigenti normative in materia. Informazione e comunicazione che dovranno essere piene e complete.
Tutto ciò nelle more delle procedure di redazione del piano di emergenza esterno PEE (Legge Seveso 3) a cura della Prefettura e che richiede tempi lunghi, e la cui attivazione è stata sollecitata dai Sindaci presenti all'incontro.
Si ricorda che, soprattutto in materia di sicurezza, nel dicembre del 2015 è stato sottoscritto un protocollo d'intesa tra la Provincia di Lodi e i Comuni interessati (compreso Lodi Vecchio) con il quale si mettono in evidenza gli obblighi previsti dalle vigenti normative in capo ai Sindaci in qualità di Autorità comunale di Protezione Civile: sia per la verifica e l'aggiornamento dei piani di emergenza sia per l'applicazione della normativa europea denominata Seveso 3 che impone la redazione di un piano di emergenza esterno (PEE) da parte della Prefettura che peraltro prevede prima della sua adozione la preventiva consultazione della popolazione sulla base di un apposito regolamento.
Si suggerisce di consultare il sito istituzionale del Comune di Cornegliano Laudense per ulteriori informazioni, in particolare nella sezione in cui è pubblicata integralmente l'autorizzazione all'esercizio provvisorio.

Verbale incontro